Raccolta di articoli scientifici sull’Asma bronchiale

Il training autogeno: meta-analisi di studi clinici di outcome
Stetter F., Kupper S.
Applied Psychophysiology Biofeedback, 27:45-98, 2002

Riassunto della ricerca

Il training autogeno è un procedimento di auto-rilassamento con cui viene suscitata una determinata risposta psicofisiologica di rilassamento. E’ stata condotta una meta-analisi per valutare l’efficacia clinica del training autogeno. Sono stati trovati settantatré studi controllati di outcome (pubblicati nel periodo 1952-1999). Sessanta studi (35 studi randomizzati controllati [RCT]) erano qualificati per l’inclusione nella meta-analisi.
Si è verificato un effect sizes (ES) da medio a grande nel confronto pre-training autogeno post-training autogeno per quanto riguarda gli effetti specifici della malattia, con gli studi randomizzati controllati che mostrano ES grandi. Quando il training autogeno è stato confrontato nelle reali condizioni di controllo, sono stati trovati ES medie. I confronti di training autogeno rispetto ad altri trattamenti psicologici hanno comportato per lo più alcun effetto o piccoli ES negativi. Questo tipo di risultati è rimasto stabile al follow-up. Effetti del training autogeno aspecifici (ad esempio, gli effetti sull’umore, sulle prestazioni cognitive, sulla qualità della vita e sulle variabili fisiologiche) tendevano ad essere ancora più grande degli effetti principali. i Una meta-analisi separata per malattie diverse ha rivelato una significativa riduzione dell’eterogeneità di ES. Effetti positivi (di medio raggio) di training autogeno e di training autogeno nel confronto con i controlli sono stati trovati nella meta-analisi di almeno 3 studi per la cefalea tensiva/emicrania, per l’ipertensione essenziale lieve-moderata, per la malattia coronarica, per l’asma bronchiale, per i disturbi somatoformi tipo dolore (tipo non specificato), per la malattia di Raynaud, per i disturbi d’ansia, per la lieve e moderata depressione/distimia, e per i disturbi funzionali del sonno.

Miglioramento della funzione respiratoria in pazienti asmatici cronici con terapia autogena
Henry M., De Rivera J.L., Gonzalez_Martin I.J., Abreu J.

Journal of Psychosomatic Research, 37:265-270, 1993

Riassunto della ricerca
Lo stress, le emozioni spiacevoli e lo squilibrio del sistema nervoso autonomo possono svolgere un ruolo fondamentale nel far precipitare attacchi asmatici. In questo studio due gruppi omogenei di pazienti asmatici (N = 24) sono trattati per un periodo di otto mesi. Il gruppo sperimentale è stato trattato con terapia autogena e il gruppo di controllo con psicoterapia di gruppo di supporto. I parametri di funzionalità respiratoria misurati sono stati la capacità vitale forzata (FVC), il volume espiratorio forzato nel primo secondo (FEV1), il flusso espiratorio forzato tra il 25% e il 75% della FVC (FEF25-75%), e il Mesoexpiratory Flow (MEF50%). Il gruppo sotto terapia autogena ha ottenuto un miglioramento clinico rilevante (> 15% dei valori di pretrattamento) nella funzione respiratoria. Nessun cambiamento significativo è stato osservato nel gruppo di controllo. Questi risultati suggeriscono che la terapia autogena possa essere un trattamento aggiuntivo efficace nell’asma bronchiale.