L’immagine corporea è un concetto che riguarda la conformazione esterna e la sensazione interna del nostro corpo. In parole povere è l’immagine che ci facciamo del nostro corpo.

L’autopercezione dell’immagine corporea in riferimento all’alimentazione può essere influenzata da molti fattori (Makara-Studzinska e coll., 2013): fisici, interpersonali, emotivi, culturali, ma anche socioeconomici, che includono quindi mass media, cioè giornali e TV, che aumentano l’insoddisfazione nell’immagine del corpo e attraverso questa condizionano l’alimentazione modificando la percezione di fame e sazietà. La stessa immagine del corpo che i mass media utilizzano nell’obesità severa dà messaggi confondenti quando viene percepita dagli individui sovrappeso (Johnson e coll., 2008). Per questo diventare consapevoli delle caratteristiche della propria immagine corporea può rendere autonomi e meno condizionabili da questi messaggi confondenti.

Una migliore soddisfazione della propria immagine corporea sviluppa uno stile di vita più sano

La soddisfazione della propria immagine corporea è infatti in grado di migliorare le pratiche di controllo del peso (Anderson e coll., 2002; Millstein e coll., 2008; Forrester-Knauss e coll., 2012). Tra gli interventi che concorrono a migliorare la soddisfazione nella propria immagine corporea sono stati individuati dalla ricerca i seguenti: la pratica di attività fisiche (Nayir e coll., 2016; Del Mar Bibiloni, 2017), l’utilizzazione di tecniche psicologiche (Marco e coll., 2013; interventi psicoeducativi (Alleva e coll., 2015) e interventi di miglioramento dell’autostima (Alleva e coll., 2015).

 

(a cura di Walter Orrù)