Come educare la psiche dei soggetti sovrappeso: il metodo bionomico-autogeno

Come educare la psiche dei soggetti sovrappeso: il metodo bionomico-autogeno Il termine 'psicagogia', già usato da Platone, è stato recuperato da Assagioli quando già all'età di 21 proponeva in un articolo del 1909, l'educazione della psiche, intesa come un processo di apprendimento che dura tutta la vita, non fermandosi all'infanzia e alla fanciullezza, ma anche … Continua a leggere Come educare la psiche dei soggetti sovrappeso: il metodo bionomico-autogeno

Stress e Obesità

Quanto influisce lo stress sull’obesità? Nella letteratura scientifica è noto come l’obesità sia determinata da una combinazione  di fattori multipli (genetici, biologici, comportamentali  e ambientali). Ricerche recenti mostrano come la componente emozionale sia strettamente associata all'inizio e al mantenimento del sovrappeso e come il cibo spesso svolga la funzione di regolatore di stati emotivi negativi … Continua a leggere Stress e Obesità

Maggiori risultati con la cura multidisciplinare dell’obesità

L’obesità è una malattia multifattoriale le cui cause sono costituite da fattori genetici, metabolici, ormonali, psichici, ambientali e sociali. Con tutti questi fattori in gioco in molti casi non basta seguire solo una dieta, così come non basta iniziare a praticare solo attività fisica se non si cambiano anche le abitudini alimentari mentali scorrette. In … Continua a leggere Maggiori risultati con la cura multidisciplinare dell’obesità

Grazing e obesità grave: quali problemi?

Alimentazione post-chirurgia bariatrica Il grazing (spizzicare, mangiucchiare) è stato definito come l'assunzione di piccole quantità di cibo in maniera continuata in un arco di tempo definito, in modo molto frequente durante buona parte della giornata e in alcuni casi anche durante tutta la giornata (Micanti et al., 2016). Letteralmente significa “brucare” o “pascolare” e si … Continua a leggere Grazing e obesità grave: quali problemi?

Stress e prevenzione del rischio cardiaco negli obesi

È abbastanza noto che l'obesità induca nell'uomo una serie di rischi come l'ipertensione, il diabete, la fibrillazione atriale, la malattia cardiovascolare, lo scompenso cardiaco congestizio, la morte improvvisa, etc. Molti di questo rischi sono collegati allo stress. Una buona notizia viene da un recente studio giapponese (Narisada e coll., 2017) pubblcato sulla rivista scientifica Obesity … Continua a leggere Stress e prevenzione del rischio cardiaco negli obesi

Chi è lo Psiconutrizionista?

Ecco una nuova figura nel campo dell'alimentazione: forse nuova per i pazienti, ma non tanto per gli specialisti di questo settore. Infatti già vent'anni fa le Linee Guida del 1998 (LIGIO, 1999) per il trattamento del sovrappeso e dell'obesità raccomandavano oltre agli interventi del nutrizionista e del personal trainer anche gli interventi di strategia comportamentale … Continua a leggere Chi è lo Psiconutrizionista?

Come ridurre la sedentarietà fisico-motoria?

Secondo la ricerca odierna (Gardner e coll., 2016) il comportamento sedentario è quel comportamento che abbiamo quando siamo svegli e che è caratterizzato da una bassa spesa energetica mentre siamo seduti o coricati. È certamente una definizione riduttiva, perché non considera la motivazione e le cause interne, e oggi la difficoltà più grossa della ricerca … Continua a leggere Come ridurre la sedentarietà fisico-motoria?

Dieta di mantenimento: il “remare contro”

Secondo le più recenti ricerche le persone che riescono a mantenere una significativa perdita di peso nel lungo termine sono solo una parte del più ampio gruppo di coloro che riescono a dimagrire, effettuando come sappiamo la classica dieta dimagrante. La possibilità di arrivare all'obiettivo del dimagrimento stabile a lungo termine dipende da molti fattori … Continua a leggere Dieta di mantenimento: il “remare contro”